Musica e Potere. L’Anima Russa

In collaborazione con Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci

L’Istituto Gramsci e il Festival EstOvest 2017 intendono viaggiare nella Russia di fine Ottocento, attraversare l’Unione Sovietica, la caduta del Comunismo, per giungere ai giorni nostri. Dagli Zar, al Soviet Supremo, agli Oligarchi della Nuova Russia. Tre incontri in cui ci accosteremo attraverso la storia, la letteratura, la musica e le arti visive alle stanze del potere.

Cosa hanno effettivamente voluto e cosa vogliono ancora esprimere i leader politici attraverso le arti e la musica più nello specifico? Qual è il gioco di specchi tra arte e potere? Quali sono i limiti imposti dalla censura e come trovano espressione i singoli artisti in oltre un secolo di storia? In cosa invece continua a riconoscersi il Popolo, malgrado i tumulti e gli sconvolgimenti?

Il genio musicale di questi territori si esprime con Tchaikovsky e Borodin, con Shostakovich e Prokofiev, con Gubaidulina e Schnittke. Tante sono le voci che chiedono spazio, tutte confluiscono in un unico e grande “Spirito Russo”.

 

Prossimi concerti:



Quel che resta del Comunismo

Giovedì 23 novembre

h. 10.00 – concerto riservato alle scuole
h. 19.00 – concerto aperto al pubblico
Polo del ‘900

Via Del Carmine 14, Torino 

INTERO 7€
RIDOTTO 5€

Adrian Pinzaru, violino e viola
Eilis Cranitch, violino
Claudio Pasceri, violoncello

Programma:
Alfred Schnittke, Moz-art per due violini
Alfred Schnittke, In Memoriam Dmitri Shostakovich per due violini
Giya Kancheli, Rag-Gidon Time per trio d’archi
Giya Kancheli, Nach dem Weinen per violoncello solo
Sofia Gubaidulina, Freue dich! per violino e violoncello

 

Relatori:
Giovanni Carpinelli, storico
Claudio Pasceri, musicista

 



Concerti passati:

 



La Russia tra i due secoli

Giovedì 9 novembre
h. 10.00 – concerto riservato alle scuole

h. 19.00 – concerto aperto al pubblico
Polo del ‘900

Via Del Carmine 14, Torino 

Aperitivo ore 18.30

INTERO 7€
RIDOTTO 5€

Quartetto Lyskamm

Cecilia Ziano, violino
Clara Franziska Schötensack
, violino
Francesca Piccioni, viola
Giorgio Casati, violoncello

Programma:
Alexander Borodin, Quartetto d’archi n. 2
Dmitri Kourkuandski, Maps of Non-Existent cities. Bludenz per quartetto d’archi

 

Relatori:
Giovanni Carpinelli, storico
Claudio Pasceri, musicista

 


 

Unione Sovietica

Giovedì 16 novembre

h. 10.00 – concerto riservato alle scuole
h. 19.00 – concerto aperto al pubblico
Polo del ‘900

Via Del Carmine 14, Torino 

INTERO 7€
RIDOTTO 5€

NEXT – New Ensemble Xenia Turin
Adrian Pinzaru, violino
Eilis Cranitch, violino
Mizuho Ueyama, viola
Claudio Pasceri, violoncello

Programma:
Dmitri Shostakovich, quartetto d’archi n. 1
Mieczyslaw Weinberg, quartetto d’archi n. 5

 

Relatori:
Giovanni Carpinelli, storico
Alessandro Tommasi, musicologo e pianista

 

©2013 Associazione Xenia Ensemble: lungo Po Antonelli 17, 10153 Torino (I) Tel/fax +39 331.4320950 - info@estovestfestival.it